Sarà capitato a tutti i vegani di sentirsi chiedere  “ma tu che mangi?” e sarà altresì capitato a tutti i vegani di andare a ristorante, a matrimoni, cresime, battesimi  e feste varie e vedersi servire solo verdure grigliateundecided

Se sei vegano e non ti è mai capitato sappi che sei un caso unico da studiarecool

Bisognerebbe iniziare a non chiamare Chef chi non sa cucinare piatti vegani e farglielo notare, uno che si definisce Chef e magari ha un ristorante in Sicilia e l’unica cosa che sa fare è la caponata e le verdure grigliate è meglio che vada a fare altro nella sua vita, e poi bisognerebbe rispondere a chi chiede cosa mangi, con “e tu chi mangi”? e poi c’è un’altra cosa che potremmo fare, regalare l’ultimo libro di Enza Arena “Manuale di cucina vegana per tutti i gusti” edito da Dario Flaccovio.

 

Nonostante io sia vegetariana dal 1992  e vegana dal 2010 e, quindi, abbia a casa un’ampia collezione di  libri di ricette vegane questo è il libro più completo, seppur sembra piccolino, che abbia mai letto.

Il libro, infatti, si compone di una prima parte, che io ho trovato utilissima sebbene sia già una vegana abbastanza informata, sui vari tipi di latte vegetale, come autoprodurli o come scegliere quelli più sani e le loro diverse proprietà, sui semi, la frutta a guscio e  le varie proprietà, sulla frutta meno conosciuta come le Acai e la Carambola, sui vari tipi di cereali e legumi, sulle farine integrali,  sui fiori da usare in cucina, i vari tipi di spezie, i germogli, le alghe, ed  un approfondimento sulla macrobiotica.

La seconda parte, che è quella che ogni Chef dovrebbe leggere e studiare, cospargendosi possibilmente il capo di cenere, è quella dedicata alle ricette a partire dalle basi della cucina vegetale ossia come preparare, ad esempio, il lievito madre, il seitan , il tempeh ma anche il brodo vegetale, la tahina, gli impasti, i sughi, le salse, i formaggi, le barrette energetiche e così via.  Il libro prosegue poi con la classica divisione delle ricette in primi, secondi che ovviamente non sono le verdure grigliate ma ad esempio millefoglie di patate croccanti, polpette ai semi di papavero e maionese di cocco(Chef studiate), ed i dolci, di cui Enza Arena è una delle Maestre indiscusse nel panorama italiano.

Insomma questo libro è uno strumento utilissimo, che ci possiamo portare dietro in ogni momento e regalarlo ad  ogni Chef che ci propone verdure grigliate ed a tutti quelli che ci chiedono “ma tu che mangi”? Chissà che, finalmente, non si rendano conto che i vegani mangiano bene, in modo equilibrato, sano e senza rinunciare assolutamente al gusto.