Back to Top

info@paolasobbrio.it - paolasobbrio@gmail.com

 

Sii la voce dei senza voce - - - Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo - - - Il mondo cambia con il tuo esempio non con la tua opinione -

Spiritualità

SpiritualitàNel mio percorso di vita, in cui ho fatto tante cose, veramente tante,  mi sono avvicinata al buddismo ed alla pratica yoga perché credo fermamente che l’unica via per attutire i danni prodotti da questa società siano la nonviolenza e la pratica del no Ego. La violenza in senso lato è difatti proprio causata da un’affermazione forte del proprio Ego inteso nel senso peggiore del termine.

Nel mondo, ed ancor di più nell’universo, ognuno di noi è meno di un granello di sabbia, più piccolo di una formica, anche se ognuno di noi può fare la differenza e può essere un esempio di cambiamento interiore. Chiunque sia cambiato interiormente sa quanto questo cambiamento abbia influito sulla sua vita, sulle sue scelte, sull’ importanza da dare alle cose.

È importante ad esempio arrabbiarsi perché gli altri non la pensano come noi oppure è più importante concentrarsi su se stessi e sul proprio cammino di vita?

 

Bisogna attaccarsi alle cose ed alle persone oppure lasciarle andare?  Bisogna guardare la pagliuzza nell’occhio altrui o la trave nel proprio occhio?

Animali e diritto

Animali e dirittoSono laureata in Giurisprudenza, sono abilitata all’esercizio della professione di avvocato che, però,  ho svolto solo per un breve periodo poiché mi sono prevalentemente dedicata alla ricerca.

Ho conseguito un dottorato in Normative dei paesi della CEE sul benessere e la protezione animale, ho insegnato, tenuto corsi, seminari, ho partecipato a convegni, ho scritto tanti articoli, ho tradotto 2 libri importanti  (ma queste info le troverete più dettagliatamente qui e qui, ho fatto tanto volontariato, ho adottato decine di gatti ed una decina di cani anche se alcuni di loro purtroppo non ci sono più.

Il mio campo di ricerca è coinciso con i miei valori etici. Studio le normative che riguardano gli animali non umani  e cerco di dimostrare, e spero di essere riuscita già a farlo nei miei scritti, che sebbene il fulcro di queste  sembrerebbe essere l’animale non umano l’unico soggetto a cui guardano le normative è ahimè esclusivamente l’essere umano. L’animale non umano è riconosciuto addirittura sin dal Trattato di Amsterdam (1999) come essere senziente ma le normative europee ed il nostro codice civile lo considerano né più né meno che una cosa. La peggiore sorte in questo senso l’hanno gli animali geneticamente modificati su cui c’è un’apposita sezione in questo blog VAI

Mi definisco ricercatrice indipendente perché non faccio parte di nessuna università o istituto di ricerca ma continuo a scrivere articoli e libri ( in questo momento ne sto scrivendo uno insieme a Michela Pettorali, medico veterinario) affinché le normative mutino in ragione della tutela del vero soggetto, che è anche l’unico protagonista, ossia l’animale non umano.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.